Razzo cinese in caduta libera: allerta in 10 regioni

La Protezione Civile ha confermato, inoltre, che la caduta dei frammenti del razzo spaziale cinese potrebbe interessare dieci Regioni italiane: Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna. La previsione della caduta è fissata per le ore 2,24 del 9 maggio, con un margine temporale di incertezza di 6 ore. L’ESPERTO: Nei giorni scorsi, all”Ansa’, Luciano Anselmo, esperto dell’Istituto di Scienza e Tecnologie dell’Informazione del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Isti-Cnr) di Pisa, aveva spiegato che il lancio del 29 aprile scorso, in occasione del quale il razzo cinese Lunga Marcia 5B ha portato in orbita il primo modulo della Stazione spaziale Tiangong, era stato impeccabile, ma aveva anche aggiunto che dopo “lo stadio del razzo è stato abbandonato nell’orbita e non dà più segni di vita”. Al momento, aveva aggiunto l’esperto, lo stadio del razzo cinese si sta comportando come un “veicolo passivo” e l’unica influenza alla quale è sottoposto è “il freno dell’atmosfera, che lo sta facendo ricadere verso la Terra”.