Venafro: Ricci assegna nuove deleghe ai consiglieri comunali

Nei giorni scorsi ho firmato i decreti di conferimento degli incarichi di collaborazione – le “deleghe” – ai Consiglieri Comunali che in questo anno e mezzo hanno manifestato l’intenzione e l’interesse di impegnarsi fattivamente nell’Amministrazione occupandosi di specifici settori dell’attività amministrativa. Si tratta per lo più della formalizzazione di incarichi di fatto già seguiti da ciascuno di loro fin dalle prime settimane successive all’insediamento dell’Amministrazione. Dopo un anno e mezzo di attività, essendosi ormai da tempo delineato il settore di attività amministrativa di ciascuno, ho ritenuto di formalizzare gli incarichi.

Il quadro complessivo degli incarichi di ciascun Consigliere Comunale è il seguente:

  • Presidente Antonella CERNERA: Pubblica Istruzione;
  • Cons. Oscar SIMEONE: Politiche sanitarie e per la Disabilità;
  • Cons. Annamaria BUONO: Biblioteca – “Venafro Città che Legge” – Pari Opportunità;
  • Cons. Fabrizio TOMBOLINI: Sport, Organizzazione di Eventi;
  • Cons. Aurelio ELCINO: Frazioni, Organizzazione di Eventi e Spettacoli.

Inoltre, ho provveduto a conferire all’Assessore Marina PERNA l’ulteriore delega al Patrimonio, che in un primo momento avevo lasciato fuori dagli incarichi assessorili in vista del possibile conferimento a un Consigliere. Risulta così completato il quadro formale degli incarichi nei diversi settori dell’attività amministrativa. Devo dire, tuttavia, che ogni amministratore della maggioranza che mi onoro di guidare in questo periodo di attività si è impegnato in maniera fattiva e incessante nei settori per cui ora ho formalizzato i decreti di incarico e, più in generale, nell’attività comunale. A loro va il mio più sincero ringraziamento per quanto fatto finora e per quello che realizzeremo nei prossimi anni di impegno amministrativo al servizio dei cittadini. È soltanto mettendosi in gioco, impegnandosi in prima persona e seguendo un settore specifico, che può toccarsi con mano cosa significhi amministrare la propria città, quali siano le difficoltà che si incontrano tutti i giorni ma anche quali le soddisfazioni che danno i risultati a cui si è lavorato in prima persona.