UNA TARGA ALL’EROE LUIGI RICCI A MASSERIE LA CORTE

MONTAQUILA. Alla presenza del Gruppo Alpini sezione Molise, Roccamandolfi, Sant’Agapito, sezione provinciale dei Bersaglieri – Malorni Mario, presidente della fanfara Alpini Bucci Antonio, del Comandante della Compagnia Carabinieri di Venafro Giacona, dei carabinieri della Stazione di Montaquila, del parroco di Montaquila e Roccaravindola don Paolo e don Giuliano, ieri in piazza Masserie la è stata inaugurata, grazie all’attivo interessamento di Fiorentino Castaldi capo Gruppo Alpini Roccaravindola e l’Amministrazione Comunale una stele in memoria di un militare morto nel conflitto in terra di Russia nel gennaio del 43. Detta così sembra solo uno dei tanti, troppi episodi che hanno caratterizzato quei terribili giorni ma approfondendo, si scopre l’attualità di questo evento. Casualmente un documento del Ministero della Difesa è capitato nelle mani del Capogruppo Alpini di Roccaravindola. Quel documento, tra l’altro, elencava la data di morte dell’Artigliere Ricci Luigi, cittadino di Montaquila, e il modo dell’avvenimento. “Servente al pezzo, con coraggio si portava allo scoperto per meglio agire con le proprie armi, contro un carro armato nemico. Dopo aver inflitto perdite all’avversario, cadeva eroicamente falciato da una raffica di mitragliatrice. Già distintosi in precedenza fatti d’arme. Wschijowa (Fronte Russo), 24 Gennaio 1943”. La targa offerta grazie anche al contributo dell’Azienda Europea 92,  è stata posta nei pressi dell’accesso all’ edificio scolastico, luogo di transito soprattutto degli alunni e reca scalfita nell’ottone la frase: L’Amministrazione Comunale ha voluto realizzare come esempio per le future generazioni.