Scoperto e arrestato dai carabinieri il ladro dei pensionati

Nell’ambito di un’attività di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, i  Carabinieri  della  Compagnia di Aversa  (CE)  hanno  eseguito  un’ordinanza  di applicazione della custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Napoli Nord, nei confronti di  un uomo di anni  35, residente a Torre Annunziata,  per  rapina aggavata in danno di una coppia di anziani, residenti in San Marcellino di Aversa. Il provvedimento scaturisce dalle immediate indagini avviate dai militari dell’Arma a seguito della rapina perpetrata il 3 maggio 2019 in San Marcellino, con la cosiddetta tecnica del filo di banca. Gli anziani coniugi infatti stavano facendo rientro presso la loro abitazione, a piedi, provenienti dall’ufficio Postale ove avevano ritirato la pensione mensile. L’indagato, pedinava le due ignare vittime  e dopo essersi assicurato che le stesse avessero ritirato il denaro le seguiva sino al portone di casa, ove avvicinandosi loro con la scusa di chiedere informazioni stradali afferrava la borsa dell’anziana donna e esercitando inaudita violenza la scaraventava a terra, impossessandosi così della borsa contenente il denaro. L’autore della rapina fuggiva a bordo di un motoveicolo Honda SH con targa palesemente alterata da un adesivo anteposto alla targa originale che alterava le ultime 3 cifre della stessa. A seguito dell’accaduto l’anziana donna riportava gravi ferite e veniva sottoposta e ad intervento chirurgico. Ad  intervenuta guarigione fisica,  la coppia di anziani coniugi manifestava un profondo trauma di natura psicologica tale da impedire loro di uscire di casa. L’attività   investigativa,   supportata   dall’acquisizione   delle   immagini   dei   sistemi   di videosorveglianza e dal riconoscimento da parte delle vittime, consentiva di raccogliere un grave quadro indiziario avvalorato dal GIP nei confronti dell’autore del reato.