MUNICIPIO: RECUPERATI TRENTAMILA EURO NON VERSATI DAGLI AMBULANTI DEL MERCATO DI VENAFRO

VENAFRO. L’aveva annunciato in Consiglio Comunale l’Assessore con delega al commercio, fiere e mercati ed attività produttive Anna Barile, che in previsione delle variazioni al regolamento relativo alla disciplina dello svolgimento del commercio su aree pubbliche con concessione giornaliera di posteggio (cosiddetti spuntisti).  L’Assessore comunale sta lavorando per introdurre una norma nel regolamento,  che prevede di applicare la Tari giornaliera (attualmente non prevista), e che andrà a finanziare i costi di servizio, di raccolta e di smaltimento dei rifiuti.  Infatti, la TARI giornaliera – spiega l’Assessore Anna Barile –  per la gestione dei rifiuti, sarà, appena inserita la nuova norma,  dovuta da tutti coloro che occupano o detengono temporaneamente, a qualunque titolo, locali od aree pubbliche, di uso pubblico od aree gravate da servitù di pubblico passaggio, a copertura integrale dei costi specifici relativi alla gestione dei rifiuti urbani.  Inoltre le modalità di pagamento dovranno essere  effettuate con pagamento tramite mod. F24, già prestampato ed inviato agli ambulanti con le relative scadenze. Così si evita di fare pagamenti inferiori alla tassa applicata, come molti fanno. In realtà ci siamo accorti che durante alcuni controlli incrociati, abbiamo notato che alcuni commercianti delle fiere e dei mercati, non hanno corrisposto il versamento Cosap per un totale di circa 41.000 euro relativo all’anno in corso. A  seguito di questi riscontri ho ritenuto opportuno, tramite gli uffici di competenza, invitare tutti i concessionari di posteggio a regolarizzare le proprie posizioni. Ad oggi, grazie alla collaborazione dell’ufficio Suap fiere e mercati e con l’ufficio tributi, dei 41.000 euro circa, a distanza di pochi giorni dalla richiesta inviata, sono rientrati nella cassa comunale  circa 30.000 euro  e tutto in pochissimo tempo. Ci auguriamo di riuscire con successo per fine anno,  di  far rientrare nella cassa comunale  gli importi mancanti, in modo tale da poter attuare tranquillamente a partire dal nuovo anno le variazioni al regolamento che porterò in consiglio.