MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA: ARRESTATO INDIANO A VENAFRO

VENAFRO. È giunta nel pomeriggio di ieri, l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal tribunale di Isernia a carico dell’indiano che nel mese del  maggio scorso inscenò una clamorosa protesta nei pressi del Municipio di Venafro minacciando di darsi fuoco. Il 43 enne, senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine, si presentò nei pressi di Piazza Cimorelli del comune di Venafro e si comparse di benzina minacciando di darsi fuoco. Il tentato suicidio, però, fu sventato grazie al tempestivo intervento dei Carabinieri della Compagnia di Venafro che bloccarono l’uomo prima di darsi fuoco. L’uomo da qualche mese aveva avuto un’ordinanza di allontanamento dalla casa familiare e contestuale divieto di avvicinamento alle persone offese: la moglie e i figli. Il 43 enne è stato rintracciato dai carabinieri della compagnia di Venafro e notificato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere e trasferito presso la casa circondariale di Isernia.