‘Il veleno del Molise’, il giornalista Minieri a giudizio per diffamazione

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Tutto è successo durante la presentazione del libro “Il Veleno del Molise”, organizzata dall’associazione “Caleno24ore”. I giornalisti, Paolo De Chiara (autore del libro), Enzo Palmesano e Salvatore Minieri illustrarono i controversi aspetti dell’attività imprenditoriale della famiglia Caturano. Elementi riportati nel testo del cronista molisano e riproposti dalla stampa locale e nazionale, in vari atti e perfino in alcune interrogazioni parlamentari. Le affermazioni, registrate dall’addetto stampa del gruppo imprenditoriale di Maddaloni, ovviamente non sono piaciute ai Caturano, i quali presentarono querela alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. Tuttavia, per il solo Salvatore Minieri il sostituto procuratore, dottoressa Marta Correggia, ha disposto la citazione diretta a giudizio con l’accusa di aver violato l’articolo 595 comma 3 (diffamazione col mezzo della stampa o con qualsiasi altro mezzo di pubblicità, ovvero in atto pubblico). Trattandosi di una citazione a giudizio, il procedimento non è passato per l’udienza preliminare ma è finito direttamente nella competenza del giudice monocratico del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, dottor Alessandra Cesare, il quale ha fissato la prima udienza dibattimentale per il 14 marzo 2018.