DA MONTREUX A VENAFRO… SERENA SPADA BREVETTA LABELSCOIN

VENAFRO. Si chiama Labelscoin il brevetto che Serena Spada ha deposita in Molise da pochi giorni. La giovane venafrana l’ha annunciato alla conferenza stampa tenutasi ieri mattina nella Palazzina Liberty di Venafro. La piattaforma denominata I.C.O. (Initial coin offering), altamente innovativa che rivoluzionerà la distribuzione della musica on line, restituendo trasparenza e equa retribuzione agli artisti. Infatti, ogni brano diffuso online sarà tracciato e registrato. Insomma una rivoluzione del terzo millennio ha spiegato la fondatrice del brevetto. Le case discografiche sono i principali investitori nella musica, con il 16,9% delle loro entrate. Si tratta d’ingenti somme che vengono investite ogni anno. Negli stati Uniti si arriva addirittura al 27%. Lo streaming in upload e download crea gravi deficit e va, dunque, regolato. Non vengono effettuati pagamenti alla Siae, ma alle case discografiche che hanno difficoltà a coprire le perdite. Difatti così si hanno ricorrenti violazioni di diritto d’autore e mancata trasparenza durante il processo di distribuzione delle royalities.   La piattaforma di cambio di copyright, basata su tecnologie blockchain, va incontro proprio a queste problematiche: agevola la trasparenza dei diritti d’autore, traccia in tempo reale la remunerazione dell’autore, riconosce in modo automatico brani ed eventuali plagi, il tutto in un’ottica di sicurezza grazie ala criptovaluta, contratti e transazioni inviolabili.   www.labelscoin.io