Corruzione nei servizi sociali, 35 indagati

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Nella mattinata odierna, nelle Province di Salerno, Caserta, Benevento e Viterbo, la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere ha disposto la notifica dell’avviso di conclusione delle indagini preliminari, in relazione all’inchiesta sui “Servizi Sociali” del Comune di S. Maria C.V.. L’attività in parola, condotta dai Carabinieri della Compagnia di S. Maria C.V. e della locale Sezione di Polizia Giudiziaria, vede coinvolti trentacinque indagati (sette tuttora sottoposti a misura cautelare) ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione a delinquere, abuso d’ufficio, turbata libertà degli incanti, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale, peculato, truffa in danno dello Stato e voto di scambio. L’avviso di conclusione delle indagini preliminari, come reso noto dal Procuratore della Repubblica dr.ssa Maria Antonietta Troncone (nella foto, ndr), ha visto confermarsi tutte le ipotesi accusatorie che hanno portato, nel novembre del 2017, all’emissione di ordinanza di custodia cautelare a carico di sette degli indagati.