Cerimonia solenne per il 74^ anniversario del bombardamento di Venafro

VENAFRO – Oggi, giovedì 15 marzo, ricorre il 74° anniversario del bombardamento alleato della Città di Venafro. “A mezzogiorno in punto il bombardamento aereo ebbe termine e 610 cannoni aprirono il fuoco. Purtroppo durante questo bombardamento ci fu il fatale grossolano errore accennato: verso le ore 9,30 una formazione di fortezze volanti scambiò monte Santa Croce sotto cui è arroccata la città di Venafro, per Montecassino e lanciò il suo carico micidiale di bombe. Una seconda, vedendo il fumo e ritenendo che quello fosse il bersaglio, ne seguì l’esempio, e così altre ancora per non meno di mezz’ora. Fu una scena apocalittica. Venne colpita la zona nord della cittadina, quella che da Portanova va verso l’antica cattedrale e si adagia sulle pendici del monte, tra gli orti verdeggianti e gli agili campanili delle Chiese di Cristo e dell’Annunziata, Chiese che custodivano le memorie più care del popolo venafrano. Gli aerei colpirono un ospedale militare marocchino uccidendo o ferendo quaranta soldati. Quarantaquattro vittime vi furono fra le artiglierie alleate. Per i soldati in attesa nelle zona vicina al bersaglio fu uno spettacolo tanto pericoloso quanto impressionante. Quell’evento drammatico, che costò la vita a diversi civili, è valso alla nostra Città il riconoscimento della Medaglia d’Oro. In occasione di questo importante anniversario l’Amministrazione comunale ha organizzato una solenne cerimonia di commemorazione che si concretizza nella celebrazione di una liturgia eucaristica, seguita da un corteo il cui percorso si conclude con la deposizione di una corona presso le lapidi celebrative delle vittime del nefasto accadimento, poste sul frontale del palazzo di Città, presso il monumento ai caduti in piazza Vittorio Veneto e alla piazzetta XV Marzo”. Rex