Castelpetroso: la Forestale denuncia imprenditore agricolo

030c79c3-6f5a-4d1b-8c35-01e723990b0eCOMUNICATO STAMPA – Castelpetroso – Nell’ambito dei controlli territoriali finalizzati alla tutela e alla salvaguardia del patrimonio ambientale e paesaggistico, una pattuglia del Comando stazione Forestale di Isernia ha sorpreso un imprenditore agricolo 53enne, residente in Cantalupo nel Sannio, che aveva realizzato una pista di esbosco a fondo naturale lunga 35 m circa in località “Colle Pagliaro” in agro del comune di Castelpetroso. I controlli degli agenti, infatti, hanno messo in luce alcune gravi irregolarità. Per l’opera, infatti, non è risultato nessun permesso di costruire rilasciato dall’Amministrazione comunale. La realizzazione della strada in questione ha comportato un’alterazione sostanziale e definitiva dell’assetto urbanistico-territoriale e, per questo motivo, doveva essere autorizzata anche dalla Regione, ai sensi della vigente normativa paesaggistico-ambientale, ma anche in questo caso non è risultato avviato nessun procedimento autorizzativo. Anche alcune norme inerenti al vincolo idrogeologico sono state violate. Per le irregolarità riscontrate in materia di abusivismo edilizio e violazione del vincolo paesaggistico, aventi rilevanza penale, gli agenti della Forestale hanno deferito l’uomo all’Autorità Giudiziaria, che dovrà pagare anche una sanzione di natura pecuniaria.  L’abusivismo edilizio è un fenomeno tristemente diffuso nel nostro Paese, che causa non pochi danni al patrimonio paesaggistico e culturale, comportando talvolta un notevole degrado