Cassino. La Squadra Mobile della Questura di Frosinone scopre una pizzeria trasformata in base di spaccio e arresta il titolare.

Durante la settimana appena trascorsa, gli investigatori della Squadra Mobile hanno effettuato una serie di servizi per la prevenzione ed il contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti.
Proprio nel corso di uno dei tanti dispositivi messi in atto nella città di Cassino, gli agenti della Sezione “Falchi” sono stati impegnati in un servizio di osservazione nei confronti di un commerciante, sospettato di aver trasformato la sua pizzeria in una base per lo spaccio di sostanza stupefacente. Quando hanno visto l’uomo fare ingresso nel locale hanno fatto irruzione e con l’ausilio di una unità cinofila del Reparto Cinofili di Nettuno hanno proceduto alla perquisizione. A seguito del controllo addosso al titolare dell’esercizio, nella cucina, nello spogliatoio e nel bagno riservati al personale sono stati rinvenuti in totale otto involucri contenenti sostanza stupefacente del tipo cocaina, su una mensola della cucina è stato trovato un bilancino di precisione e materiale necessario al confezionamento delle dosi. La perquisizione è proseguita sia nell’auto che nell’abitazione dell’uomo ed ha permesso il ritrovamento di altro stupefacente. L’uomo è stato tratto in arresto e la sostanza stupefacente, per un peso totale di circa 50 grammi, è stata sottoposta a sequestro.