ARRESTATO PER FURTO MINORENNE DEL CAMPO ROM DI GIUGLIANO


“Furto aggravato commesso in concorso da tre persone con violenza sulle cose”, è questa l’accusa con la quale un 17enne, residente presso il campo rom di Giugliano in Campania è stato arrestato in flagranza di reato dai militari del N.O.R- Sezione Radiomobile della Compagnia di Marcianise. 
L’episodio si è verificato nella nottata del 6 novembre, nel Comune di Gricignano di Aversa quando una pattuglia radiomobile, nel corso dei quotidiani servizi di controllo del territorio finalizzati al contrasto dei reati predatori, mentre transitava nella Zona ASI, ha notato tre soggetti intenti a scaricare furtivamente diversi imballaggi contenenti generi alimentari da un autocarro commerciale in sosta e caricare la stessa merce su una Fiat Multipla grigia. Alla vista dei militari i tre individui sono saliti repentinamente a bordo del loro veicolo dandosi alla fuga ad alta velocità. L’inseguimento si è protratto per circa tre chilometri e comunque fino a quado, abbandonato l’autovettura, due dei tre soggetti sono riusciti  a far perdere le proprie tracce, mentre l’autista è stato prontamente immobilizzato dall’equipaggio. La refurtiva consistente in generi alimentari surgelati del valore complessivo di euro 350.00, è stata restituita al legittimo proprietario, mentre il veicolo utilizzato per la fuga, con numero di telaio palesemente manomesso, è stato sottoposto a sequestro. Il diciassettenne, così come disposto dal magistrato del Pubblico Ministero di turno per la Procura dei Minori di Napoli, è stato tradotto presso l’ Istituto Penale per Minorenni di Nisida (NA). INVECE A MARCIANISE… I Carabinieri del Nucleo Operativo – Sezione Radiomobile della Compagnia di Marcianise, hanno arrestato un uomo classe 77, perché responsabile di furto aggravato presso il negozio “Mediaworld” del Centro Commerciale “Campania”. L’uomo è stato notato dal personale dipendente del negozio mentre si aggirava tra gli scaffali prelevando  la merce esposta.  Ha poi rapidamente guadagnato l’uscita ed è stato subito raggiunto dai militari dell’Arma, in circuito per i servizi di prevenzione dei reati predatori,  nel frattempo allertati dagli addetti alla vigilanza.   La perquisizione sulla persona e sul veicolo ha consentito di rinvenire 2 tablet e 3 cellulari smartphone. E’ stato, inoltre, riscontrato che l’arrestato aveva asportato la merce esposta recidendo con un taglierino i cavetti antifurto.  Il controllo esteso all’autovettura ha consentito di rinvenire uno smartphone da poco prelevato e di accertare che il ladro aveva coperto il numero di targa della propria autovettura al fine di eludere il sistema videosorveglianza del parcheggio. La refurtiva, per un valore di euro 1650,00,  è stata restituita alla parte offesa.